La grande ascesa di Microsoft: Da Windows 1.0 al 3.5

La grande ascesa di Microsoft Windows 1.0 e 3.5

A volte acquistare un computer desktop o pre-assemblato da un negozio fisico ci da l’idea di “prezzo troppo elevato”. Molto probabilmente succede perché diamo per scontata la manodopera e sopratutto il costo del sistema operativo. In realtà computer e sistema operativo sono due cose totalmente differenti ed acquistabili singolarmente. Ripercorriamo quindi brevemente la storia del sistema operativo attualmente più in voga partendo da Microsoft Windows 1.0 e 3.5.

Nell’uso quotidiano non consideriamo che il lavoro di un tecnico informatico non si ferma al solo montaggio, cablaggio e test. Vi è tutta una parte di programmazione per far andare al meglio un computer la quale prevede anche l’installazione di uno dei sistemi operativi. Mettiamo sempre il plurale su questo argomento in quanto Microsoft Windows non è l’unico sistema operativo, anche se ha contribuito pesantemente sulla storia dell’informatica. Tuttavia potremmo trovare giovamento nel far installare un sistema operativo gratuito come ubuntu, linux o addirittura optare per Android su CPU x32!

La storia del sistema operativo targato Microsoft inizia proprio nel 1985 con Windows 1.0!

Schermate di Microsoft Windows 1.0
Schermate di Microsoft Windows 1.0

A quei tempi l’interfaccia utente non era sviluppata come ora e comprendeva esclusivamente una schermata nera in cui era necessario scrivere codici per ogni operazione. Stampare, aprire una cartella, copiare ed incollare dei file era un’operazione tanto difficoltosa quanto inaccessibile a molti utenti.

La storia di Microsoft Windows 1.0 prosegue fino al 1992, anno in cui venne lanciata la versione 3.5: La rivoluzione nel mondo informatico!

Schermate di Microsoft Windows 3.5

Fu infatti il primo sistema operativo con un’interfaccia grafica dedicata agli utenti controllabile tramite tastiera e mouse. Ovviamente le periferiche erano rudimentali: Il mouse aveva dei sensori meccanici anziché un laser e non vi erano tastiere meccaniche, ma solo a membrana. Tutta l’architettura grafica faceva affidamento al sistema di base vero e proprio, MS-DOS, proprietario di Microsoft, il quale fa notare la sua presenza anche tutt’oggi tramite alcune operazioni che troviamo sul nostro Windows. Si iniziava a parlare di “ambiente operativo” in quanto l’utente non era più costretto a scrivere codici e leggere risposte su schermo, ma interagiva con esso fino al raggiungimento di un determinato scopo. 

Ci credi se ti dico che alcuni programmi risalenti a Microsoft Windows 3.5 vengono utilizzati anche oggi su Windows 7, Vista, 8 o 10?

Schermata del pannello di controllo Windows 10
Schermata del pannello di controllo Windows 10: Molti programmi vengono utilizzati anche nelle versioni moderne del sistema operativo!

Se non ci credi premi il tasto “Start” e digita “Pannello di controllo“. Dai ora invio ed attendi che si apra l’interfaccia dedicata. Ciò che vedi è appunto un pannello tramite il quale puoi gestire l’intero computer e, seppur sia stato “modernizzato” con un’interfaccia più dettagliata e colorata, presenta la medesima struttura delle funzioni di Windows 3.5.

Altro esempio? Premi contemporaneamente CTRL+ALT+DEL (o CANC) a seconda del modello della tua tastiera. Se utilizzi Windows 7, 8 o 10 Clicca su “Gestione Attività”. Sappi che la schermata che ti si è appena aperta rappresenta il processo evolutivo partito proprio da Windows 3.5 con il suo “File Manager” accompagnato addirittura all’attuale “Program Manager“.

Programmi interi sono rimasti invariati così come ad esempio il Notepad, utile per prendere appunti veloci, salvare note improvvisamente o formattare caratteri di testo prelevati dal Web.

E se ti parlo del programma “Calcolatrice”?

Classica schermata della calcolatrice in Windows 10
Classica schermata della calcolatrice in Windows 10

Beh, sappi che anche questo piccolo ed utilissimo programma deriva da Windows 3.5! La storia di Microsoft Windows è passata tramite vari aggiornamenti e patch per eliminare bug grafici, bug di programmazione, migliorare l’esperienza utente e la sua sicurezza fino a Windows 95…