Assemblare un PC: Come montare il dissipatore

Assemblare un PC Come montare il dissipatore

Una volta fissato l’alimentatore al case dovrai pazientare ancora un po’ prima di collegare ed accendere il tutto. Difatti ti abbiamo fatto montare CPU e ram come componenti sulla scheda madre non menzionando il dissipatore e ti sarai chiesto il perché!

Abbiamo pensato a tante strategie su come uniformare la guida basando questo unico step in ben 3 varianti. Esistono infatti vari tipi e modelli di dissipatore raggruppati in stock (ossia dissipatori monoblocco ad aria compresi nella confezione di vendita della CPU), ad aria performanti, a liquido AIO o a liquido custom. Per creare un solo step abbiamo deciso di non farti montare subito il dissipatore, ma creare uno step riservato per spiegarti dettagliatamente i vari metodi di montaggio.

Assemblare un PC: Tutti i passaggi

Prima vedere come montare il dissipatore sulla scheda madre e proseguire ad assemblare il PC vorremmo suggerirti l’intero indice della guida. Tutti i passaggi si racchiudono in:

Scegliamo la pasta termica

Uno step fondamentale quello di montare il dissipatore sulla scheda madre che prevede praticità e dimestichezza con i componenti. Non sono necessari utensili, basta un set di cacciaviti come questo e della pasta termica. In realtà quest’ultima viene già fornita all’interno della confezione del dissipatore in versione mini, adatta ad un solo montaggio. Anche se hai in mente di utilizzare un dissipatore stock potrai utilizzare la pasta termica già applicata sul fondo dello stesso.

Tuttavia la gran parte delle paste termiche già comprese nelle confezioni hanno valori di conducibilità standard, se vuoi qualche cosa di più professionale dovrai acquistare un tubetto separatamente, ma quale scegliere?

La scelta è soggetta ai fini del computer che stai assemblando.

  • Vuoi ottenere il massimo delle prestazioni stressando per bene i componenti, ma rimanendo nei limiti per non compromettere stabilità e durabilità dei componenti? Allora la soluzione migliore è sicuramente la ARCTIC MX-4. Di gran lunga superiore alle normali paste termiche o pad termici presenti nelle confezioni di vendita dei dissipatori, provata in vari sistemi e veramente consigliata
  • Vuoi esagerare overcloccando CPU a frequenze e multiplex al limite? In questo caso avrai necessità di una marcia in più per garantire stabilità al sistema. Anziché della normale pasta termica potremmo in questo caso consigliarti del metallo liquido come questo della Thermal Grizzly. Provato anche da noi in varie configurazioni e si è dimostrato una valida alternativa per una migliore stabilità dei sistemi sotto overclock.

Applicare la pasta termica

Una volta scelta la pasta termica e dopo aver completato le prime operazioni per assemblare un PC è importante dedicare tempo al montaggio del dissipatore. Operazione molto semplice quanto delicata, ma prima di procedere è necessario stendere la pasta termo conduttiva. Se non sai come procedere dai uno sguardo a questo articolo.

Applicare la pasta termica
Ricordati di applicare la pasta termica prima di montare il dissipatore. Noi siamo affezionati al metodo "chicco di riso" e tu?

Come montare un dissipatore ad aria per processori AMD

Se hai deciso di utilizzare il dissipatore stock od uno ad aria il montaggio risulterà estremamente semplice in quanto tutte le schede madri sono già dotate dei relativi supporti. Sono due le situazioni che in questo caso potresti trovarti di fronte:

Hai a che fare con un dissipatore AMD “classico”? Ti basterà in questo caso ancorare i lamierini laterali di fissaggio sui relativi supporti già presenti sulla motherboard e procedere al fissaggio tramite l’apposita levetta.

Dissipatore per CPU AMD
Dissipatore ad aria per CPU AMD. Questi modelli e molti stock di fabbrica hanno due levette laterali e sono pronti all'uso. Basta ancorarli ai relativi supporti già presenti sulla scheda madre e tirare la levetta.

Se invece hai deciso di optare per un dissipatore stock della serie SPIRE STEALTH avrai a che fare con un altro sistema di montaggio. Quest’ultimo è valido anche per alcuni dissipatori ad aria venduti separatamente, controlla quindi se gli attacchi sono uguali a quelli della foto!

Dissipatore stock AMD SPIRE
Dissipatore stock AMD in versione SPIRE. Come puoi vedere il dissipatore ha 4 viti come agganci per poterlo montare sulla scheda madre
  • Come prima cosa devi svitare i supporti presenti sulla scheda madre. Li riconoscerai perché sono circoscritti al socket della CPU e sono fissati con 2 viti a croce
  • Una volta smontati i due supporti e liberati i relativi fori da eventuali guaine applica l’eventuale pasta termica, quindi posiziona il dissipatore facendo combaciare i piedini
  • Utilizza un cacciavite a croce per montare il dissipatore alla scheda madre

Se vuoi invece montare un dissipatore su una scheda madre con socket antecedente ad AM4 e vuoi utilizzare un dissipatore acquistato separatamente dovrai smontare i supporti presenti sulla scheda madre, quindi applicare quelli presenti nella confezione. Difatti normalmente ogni dissipatore ha in dotazione 2 tipologie di attacchi, unauno valido per socket Intel ed uno per AMD. Mi raccomando, se non sei sicuro al 100% su quale utilizzare affidati al libretto di istruzioni!

  • Il montaggio è tuttavia semplice, basta centrare i fori presenti sulla scheda madre e fissare i supporti tramite le viti presenti in dotazione
  • Una volta conclusa l’operazione ed applicata l’eventuale pasta termica ti basterà fissare il dissipatore al supporto. Non tutti i dissipatori sono uguali, troverai in alcuni due semplici divi da avvitare, per altri il sistema classico di ancoraggio riservato ai dissipatori AMD stock.

Come montare un dissipatore ad aria per processori INTEL

Hai a che fare con un dissipatore ad aria per CPU Intel? Solitamente se devi montare un dissipatore Intel ad aria stock ti basterà far combaciare i 4 supporti con i relativi fori contornanti il socket della CPU, quindi premere con forza Sentirai un “Click” che indicherà l’avvenuto ancoraggio, quindi non ti basta che girare i supporti nel verso della freccia.

Tuttavia alcuni dissipatori ad aria acquistabili separatamente possono avere sistemi di fissaggio differente. Potresti ad esempio trovare nella confezione del dissipatore dei supporti da dover fissare alla scheda madre su cui adagiare il dissipatore e fissarlo con apposite viti. Un’altra tipologia di fissaggio prevede un backplate da dover tenere sul retro della scheda madre, quindi posiziona il dissipatore centrando i relativi fori e monta il tutto con le apposite viti.

Dissipatore Intel economico Xilence XC032
Dissipatore Intel economico Xilence XC032

Dissipatori a liquido

Se hai deciso invece di assemblare il PC con un dissipatore a liquido AIO il meccanismo di montaggio non è così tanto differente. Solitamente tutte le confezioni dei relativi dissipatori sono correlate con backplate e viti di fissaggio, ti basteranno quindi pochi minuti per montare il tutto:

  • Smonta, se presenti, i supporti dalla scheda madre
  • Capovolgila e applica il backplate. Alcuni modelli hanno un sistema di aggancio molto comodo, ad esempio questo modello Enermax sfrutta 4 cuscinetti in plastica per mantenere saldo il lamierino alla scheda madre
  • Capovolgi ora la scheda madre e procedi al fissaggio del waterblock dopo aver applicato della pasta termica o metallo liquido
  • Utilizza i dadi per fissare il dissipatore alla scheda madre
Dissipatore a liquido AIO DeepCool Castle 240 RGB
Dissipatore a liquido AIO DeepCool Castle 240 RGB

Esistono altri dissipatori denominati custom. Si differenziano dagli AIO in quanto dovrai acquistare singolarmente ogni componente ed assemblarli manualmente. Tuttavia esistono anche kit completi offerti a prezzi vantaggiosi come questo generico oppure più costosi, ma di marca come il Thermaltake Pacific RL240 D5.

Tuttavia tutti i dissipatori custom sono personalizzabili nel minimo dettaglio, adatto quindi a chi ha esperienza nel settore. Potremmo indicarti brevemente una guida da seguire:

  • Monta il waterblock CPU alla scheda madre dopo aver applicato la pasta termica
  • Fissa il radiatore al case tramite le apposite viti che trovi nel kit
  • Monta la pompa e fissala al case
  • Occupati dei tubi trasparenti o colorati, prendi le misure dal radiatore al waterblock, dal waterblock alla pompa e da quest’ultima nuovamente al radiatore
  • Fissa il tutto con gli appositi blocchi, quindi riempi il circuito con il liquido di raffreddamento

Fissare il radiatore al case

Arrivati a questo punto dovrai fissare il radiatore al case. Scegli una buona posizione in relazione al flusso d’aria che hai intenzione di creare all’interno dello stesso. Decidi se montare le ventole in push, pull o sfruttare entrambe le tipologie:

  • La prima consiste nel fissare le ventole in modo tale che l’aria sia diretta verso il radiatore
  • La seconda aspirerà l’aria dal radiatore spingendola fuori dal case
  • La terza sarà invece realizzabile tramite una ventola che immetterà l’aria ed una che la aspirerà dall’altra parte del radiatore.

Tieni conto della lunghezza dei tubi di gomma quando posizioni il tutto, stai attento ai componenti già presenti sulla scheda madre, quindi procedi al fissaggio del radiatore. Per farlo dovrai utilizzare i supporti presenti nella confezione. Tieni conto del verso del flusso d’aria, indicato da due frecce presenti all’esterno delle ventole. Fissa quest’ultime al radiatore e controlla l’intera stabilità.

Montare il dissipatore: Collegare ventole, pompe e waterblock

Per alimentare un dissipatore ad aria solitamente è sufficiente connettere lo spinotto della ventola ai relativi pin presenti sulla scheda madre. Alcuni hanno bisogno di un’alimentazione extra che avviene tramite collegamento Molex o Sata. Se hai optato per un dissipatore AIO dovrai collegare le ventole ad un controller e quest’ultimo al connettore della scheda madre solitamente denominato “CPU_FAN” / “CPU_FAN1”. In alternativa puoi connettere le ventole direttamente a quest’ultimi, ma non ti dimenticare di alimentare la pompa!