Come applicare la pasta termica su CPU e GPU

come applicare la pasta termica su CPU e GPU

La pasta termica è essenziale per la dissipazione e sapere come poterla applicare su CPU e GPU è di fondamentale importanza.

Che tu abbia un computer fisso o portatile negli anni ti troverai a dover sostituire la pasta termica su CPU E GPU e sapere il miglior metodo per poterla applicare è essenziale. L’operazione è semplicissima, tuttavia dovrai prestare attenzione ad alcuni particolari nonché al tipo di pasta termica da scegliere. 

Quale pasta termica scegliere?

Esistono varie tipologie di composti termoconduttivi in base alla tipologia d’uso, prestazioni e prezzo. Ognuno è stato sviluppato per trovare campo in apposite situazioni ed è essenziale decidere quale pasta termica sia più consona alla nostra situazione. Hai un PC stock di fabbrica? Dedichi varie ore al giorno a giochi od applicativi grafici? Sei appassionato di overclock e stai cercando qualche cosa per dissipare meglio il calore? 

Se hai bisogno di una pasta termica economica, ma al contempo di qualità ti consiglio la Arctic MX-4. È disponibile anche in versione 8gr, spesso venduta allo stesso prezzo o da 20gr se cerchi il miglior prezzo ed al contempo vuoi tenerti una buona riserva di pasta termo conduttiva da parte.

Se utilizzi frequenze stock ed hai GPU raffreddate decentemente e con tripla ventola potrebbero fare al caso tuo queste due paste termiche simili grossomodo nel grado di dissipazione. Stiamo parlando della Cooler Master E1 e della Kryonaut, Grizzly. Entrambe offrono un adeguato livello di dissipazione in condizioni di stress moderato sia sulle moderne CPU che GPU.

Tuttavia, se hai bisogno di prestazioni migliori devi puntare a prodotti più aggressivi. Il metallo liquido in questo caso garantisce prestazioni eccezionali con picchi di dissipazione fino a 73W/mK. Può fare quindi al caso tuo la Thermal Grizzly Conductonaut, eccellente sotto a tutti i punti di vista, non proprio economica, ma necessaria per garantire una costante dissipazione a tutto l’hardware principale.

Se devi invece applicare della nuova pasta termica su computer pre assemblati ad uso ufficio o comunque con 

HY-883. Tuttavia ti consiglio di usare quest’ultima solo per PC destinati ad “uso ufficio” dato che non facilitano bene la dissipazione di calore.

CPU Intel pentium

Quanto dura la pasta termica?

Stabilire con certezza l’usura di un’applicazione di pasta termica è pressoché impossibile. Troppe sono le variabili da tenere in considerazione, la tipologia d’uso, marca e modello di CPU e GPU, frequenza di clock, ore di lavoro, ecc.

Prima di tutto dobbiamo capire che è essenziale applicare periodicamente della nuova pasta termica su CPU e GPU rimuovendo la precedente. Difatti, essendo un componente estremamente esposto a shock termici, sbalzi improvvisi di calore e ad ossidazione dovrai eseguire la sua sostituzione entro i 3 anni di vita del tuo hardware. Questo tempo si accorcia drasticamente a seconda dell’utilizzo del PC. Se stressi molto i componenti per giocare, ad esempio, ti consiglio di non superare i 2 anni da un’applicazione all’altra, mentre se sei appassionato di overclock i tempi si dimezzeranno.

Come applicare la pasta termica su CPU e GPU pasta termica secca CPU

Come applicare la pasta termica su CPU e GPU

Prima di poter applicare della nuova pasta termica sulla tua CPU e GPU è necessario rimuovere la precedente. Una volta rimossa completamente la vecchia pasta termica secca assicurati che la zona sia completamente pulita, quindi procedi con la nuova applicazione.

Quanta ne dovrai mettere? Come applicarla?

Prima di tutto occorre dosare bene la quantità di pasta termica in modo che non coli dal processore provocando eventuali danni ai relativi circuiti circostanti. La dose sarà quindi quella di un “chicco di riso”. Tuttavia se non sei sicuro che tale quantità basti a dissipare l’intero processore ti basterà montare il dissipatore e rimuoverlo subito dopo. Vedrai esattamente il comportamento della pasta termica applicata in precedenza e la sua efficacia in termini di quantità.

Come applicare la pasta termica sulla CPU e GPU? 

Che si tratti di CPU o GPU sono tanti i metodi di applicazione della pasta termica. Sono tutti grossomodo validi, anche se per le tue prime estperienze ti consiglio di adottare sempre il metodo del “chicco di riso”.

  • Chicco di riso: Applica una piccola porzione di pasta termica perfettamente al centro del lamierino;
  • X fisica: Traccia una X vera e propria sulla superficie della CPU/GPU. Attento però a non utilizzare troppa pasta termica;
  • X puntinata: Riproduci la faccia di un dado da 5 punti sulla superficie in alluminio;
  • Linea continua: Traccia una linea di pasta termica;
  • Linee longitudinali: Applica 3 linee longitudinali perfettamente equidistanti l’una dall’altra;
  • Spalman“: Dopo aver posizionato una quantità sufficiente di pasta termica stendila con l’aiuto di una paletta di plastica.