Come convertire la modalità BIOS da Legacy a UEFI

Come convertire la modalità BIOS da Legacy a UEFI

Hai appena finito di montare il tuo nuovo computer? Sfrutta appieno le sue potenzialità, ecco da dove iniziare. Come prima cosa devi essere sicuro di lavorare in un ambiente UEFI e non BIOS Legacy. Verificalo velocemente quì e se ancora non stai sfruttando il PC al 100% ecco come convertire la modalità BIOS da Legacy a UEFI.

Che cos'è UEFI e che cosa significa?

UEFI è l’acronimo di Unified Extensible Firmware Interface ed è la nuova interfaccia operativa che ti accompagnerà nella programmazione iniziale del computer. La sua introduzione è avvenuta nel 2003 grazie alla collaborazione tra Intel e Microsoft ed il suo scopo era quello di creare un ambiente più avanzato del precedente BIOS. Difatti nel nuovo ambiente di lavoro è possibile operare con più comodità, con un’interfaccia grafica avanzate ottimizzando il BIOS ad hoc.

Inoltre prima che venisse introdotto il nuovo ambiente UEFI il vecchio BIOS Legacy offriva opzioni risicate. Molti dei moderni settaggi nella sezione destinata all’overclock, ad esempio, erano ridotti all’osso e l’aspetto grafico lascio un po’ a desiderare, ottimizzazioni che sono state implementate con il nuovo ambiente.

Graficamente il nuovo ambiente ti sembrerà nettamente differente e migliorato dal precedente. Convertire il vecchio BIOS Legacy a UEFI inoltre ti porterà vantaggi nella stabilità del sistema, porterà una struttura più solida, maggiore velocità e tante migliorie tecniche ulteriori.

Le nuove potenzialità del sistema UEFI

Con l’introduzione dell’ambiente UEFI sono comparse numerose impostazioni. Un sistema più solido ed un codice versatile ha dato vita a nuovi spunti per una customizzazione a 360 gradi. 

Nelle nuove schede madri pronte per il sistema UEFI sono stati rivisti tutti i settaggi per la programmazione, divisi in blocchi e resi più comprensibili anche da utenti meno esperti. Sono state aggiunte descrizioni più accurate ed intere sezioni prima inesistenti o poco sviluppate.

Nuovi parametri gestionali, migliore stabilità e velocità nell’esecuzione delle operazioni preliminari: Ecco le peculiarità introdotte nel nuovo ambiente creato per una generazione di utenti 2.0!

Convertire il BIOS da Legacy a UEFI: Da dove iniziare?

Di che cosa hai bisogno per convertire la modalità BIOS da Legacy a UEFI? Ovviamente di un hardware compatibile e di un disco rigido o SSD formattato a dovere. Difatti la struttura su cui si basa l’ottimizzazione del nuovo ambiente è differente rispetto al precedente, ma andiamo per ordine.

Prima di proseguire controlla che la tua scheda madre sia compatibile con il nuovo BIOS visionando l’apposita scheda tecnica e scorrendo alle caratteristiche salienti. Una volta accertata la compatibilità potrai proseguire con la conversione del BIOS da Legacy a UEFI. Corri quindi ad impostare il BIOS adeguatamente!

Le impostazioni del BIOS

Se intendi convertire la modalità Legacy a UEFI preparati a reinstallare l’intero sistema operativo, ma occhio alle impostazioni del BIOS. Procedi con ordine e crea una chiavetta USB avviabile. Ti lascio la guida su come crearla con qualsiasi pennetta USB che hai già a casa. Una volta concluse le operazioni riportate nella guida prosegui in questo modo:

  • Riavvia il PC ed entra nel BIOS tramite l’apposito tasto. Se non sai come entrare nel BIOS del tuo computer leggi la guida sul quale tasto premere per accedere al BIOS
  • Cerca la sezione relativa al “Boot”, opzioni spesso raggruppate nella sezione “Settings”
  • Cerca la dicitura “Boot mode select” e converti il valore da Legacy a UEFI
  • Ora controlla la sezione “boot option” e seleziona la pennetta USB avviabile
  • Premi il tasto F10, quindi conferma i nuovi parametri
  • Ora procedi con l’installazione di Windows, ma non dimenticare di convertire il disco rigido!

Convertire il disco in GPT

Dopo aver modificato i parametri per una nuova installazione di Windows, questa volta dedicata ad un ambiente UEFI dovrai convertire l’Hard Disk. La procedura è semplicissima e la conversione durerà meno di un minuto. Ti lascio l’apposita guida su come convertire il disco da MBR in GPT ed una volta conclusa l’operazione potrai proseguire con la conversione del BIOS da Legacy a UEFI.

Come convertire la modalità BIOS da Legacy a UEFI
Come convertire la modalità BIOS da Legacy a UEFI

E se ti stessi chiedendo “Non è possibile clonare l’Hard Disk” la risposta è no e ti spiego il motivo. I dati vengono salvati in un Hard Disk tramite una precisa architettura. Immagina quest’ultima come uno scheletro su cui cucire ogni dettaglio. Lo scheletro del vecchio BIOS Legacy si basa su un sistema di archiviazione A, mentre il nuovo BIOS in una struttura B incompatibile.

È necessario di conseguenza cambiare l’intero scheletro per ottimizzare appieno un sistema basato su BIOS UEFI. Una volta terminata l’operazione potrai procedere alla normale installazione di Windows, dei relativi driver e programmi.

Leggi anche: Come sbloccare Windows ed accedere con il lettore di impronte digitali